Una giornata in ammiraglia al Giro del Trentino Una giornata in ammiraglia

Una giornata in ammiraglia al Giro del Trentino

Il Giro del Trentino Melinda è cresciuto molto dalla prima edizione datata 1963, vinta da Francesco Moser, fino ad arrivare all’ultimo successo Australiano di  Richie Porte nell’edizione 2015. Ancora di più quest’anno la corsa a tappe, giunta alla 40ª edizione e organizzata dal GS Alto Garda, si è presentata con una vocazione sempre più internazionale e di alto livello qualitativo dei team partecipanti.

Il Giro, svoltosi dal 19 al 22 Aprile, ha visto contendersi le prestigiose maglie e battagliare nelle tappe ben diciotto formazioni provenienti da quattro continenti: tre team di categoria World Tour (Ag2R-La Mondiale, Astana e Team Sky), otto Pro Continental (Androni-Sidermec, Bardiani-CSF, Bora-Argon 18, Caja Rural Seguros RGA, Drapac, Gazprom-Rusvelo, Nippo-Fantini, Southeast-Venezuela), cinque Continental (SkyDive Dubai, Tirol, Amore&Vita-SMP, Norda-MG.K Vis Vega e D’Amico-Bottecchia) e due squadre nazionali, Italia e Brasile.

crono giro trentino

Come ormai consuetudine, il Giro del Trentino Melinda è partito con il “Garda Trentino Opening”, una cronometro a squadre che unisce quest’anno Riva del Garda e Torbole in una cornice ambientale unica e suggestiva: nel mezzo, 12,1 km di velocità pura, interrotta solo da qualche curva da pennellare prima di rilanciare l’andatura.

Una giornata per me speciale, dato che ho vissuto la gara da una prospettiva privilegiata: l’ammiraglia del Team Norda MG.K Vis Vega con uno dei DS del team, condividendone tensioni, strategie ed emozioni. 

Una giornata in ammiraglia

La Norda - MG. K Vis – Vega è un concreto e ambizioso team Continental sapientemente diretto dal Team Manager Angelo Baldini che ha l’obiettivo di far crescere giovani talenti che una volta maturati e cresciuti possano essere pronti per il passaggio in Team Protour.

Capisco subito, non appena arrivato presso i bus delle squadre, quanto sia fondamentale il riscaldamento in una prova di grande intensità come le cronometro dove è necessario concentrare lo sforzo in circa 14 minuti. Davanti ai bus dei team infatti ci sono batterie di rulli dove gli atleti si scaldano e si concentrano pima della partenza e la tensione nei volti è palpabile. C’è la consapevolezza che ci si può giocare la vittoria con scarti minimi, una manciata di secondi.

Riscaldamento

I giovani ragazzi del team Norda – MG.K Vis Vega sono carichi e concentrati, sanno che per loro è una grande occasione. Partecipare al Giro del Trentino è una grande opportunità per mettersi in luce battagliando fianco a fianco con alcuni dei più importanti team internazionali.

Via, si parte! La velocità è subito sostenuta, si viaggia tra i 50 e i 60 km/h e l’ammiraglia fatica a stare dietro la formazione quando si affrontano curve e rotatorie. Le indicazioni del team manager via radio e l’incitamento continuo sospingono i ragazzi a dare il massimo. Gli danno quella carica per andare oltre alla sofferenza e al dolore della fatica. Le raffiche di vento e lo sforzo intenso prolungato mettono a dura prova il team che avanza comunque compatto e ordinato come una legione romana dandosi cambi regolari.

Al giro del Trenino

Alla fine il cronometro dice 14'14" cioè 44 secondi dall'Astana vittoriosa in 13'30", un risultato prestigioso e di assoluto valore, che permette al team di piazzarsi in decima posizione lasciandosi alla spalle molti team blasonati. Tra i membri del team c’è entusiasmo e ottimismo, la prova ha sicuramente dato una iniezione di fiducia per il proseguo del Giro ed io nel mio piccolo non posso fare altro che augurare a questi giovani talenti di vedere ripagati i propri sforzi e la tanta determinazione dimostrata e di continuare a pedalare veloci come il vento del Garda!

Arrivo del Team Norda MG.KVis

Autore

Andrea Lasagna

Media e Social Strategist, Founder e Admin della community ufficiale degli instagramers dedicata al ciclismo. Ha seguito progetti di comunicazione digitale fin dal 2000 per importanti aziende internazionali. Viaggiatore instancabile, amante della montagna, sognatore …nel senso che sogna di volare in salita come Pantani e sul pavé come Tom Boonen.

Social Network

Lascia un commento

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy