Pagina 1 di 8

I Sali minerali sono indispensabili per il buon funzionamento del nostro organismo, non forniscono energie come i carboidrati o grassi, ma sono importanti per moltissime funzioni vitali.

Pensare ad un allenamento specifico, per un amatore, sarebbe una contraddizione nei termini. Chi come noi pedala alla ricerca di un mix di salute e turismo, dovrebbe farlo solo quando ne ha voglia, sul percorso più adatto al clima e alla forma del giorno, senza neanche guardare i dati e le prestazioni raggiunte.

Dovrebbe.

Hai mai pedalato sulle montagne mentre guardavi il mare? E’ una sensazione bellissima quella che si prova su tanti sentieri della Liguria, questa lingua di terra racchiusa tra acqua e cielo. La mountain bike ti permette di scoprire angoli a stretto contatto con la Natura, immergendoti nella quiete e nei profumi del bosco, quel bosco che in Liguria è popolato dalle specie caratteristiche della macchia mediterranea. Gli aromi fanno viaggiare la mente, la fanno galleggiare sulle nuvole e fluttuare sul mare mentre anche i terreni più insidiosi si superano con facilità. L’itinerario dell’Alta Via delle 5 Terre in MTB inizia a Levanto, supera le 5 terre più famose del mondo e giunge, dopo una semplice discesa, a pochi chilometri da La Spezia dove è possibile rientrare al punto di partenza con l’ausilio del treno.

I sali minerali sono sostanze che hanno il fondamentale compito di regolare alcune funzioni vitali del nostro organismo: cosa fare dunque per evitarne la carenza durante uno sforzo fisico intenso come può essere un'escursione in mountain bike o una qualsiasi attività outdoor? Ecco qualche suggerimento.

Questo itinerario MTB si sviluppa tra i paesaggi mozzafiato delle Dolomiti trentine e altoatesine e non dovrebbe mancare in alcun palmares di un appassionato di giri fuoristrada. Partendo dalla Val di Fassa si percorrono i sentieri che costeggiano i massicci del Sassopiatto e Sassolungo sconfinando in Alto Adige e superando quasi 1600 metri di dislivello. Il tracciato è sicuramente da considerarsi impegnativo ma la bellezza dei luoghi allevia la stanchezza e carica di entusiasmo gli amanti della MTB.

Il periodo post parto nella vita di una donna è ricco di numerosi cambiamenti: fisici, del normale ciclo sonno-veglia e di tutto ciò che concerne il prendersi cura del neonato per la prima volta nel modo migliore. Sono tante le responsabilità, le ansie e le paure che la neo mamma si trova ad affrontare. Molte di queste sono fondate, altre invece sono soltanto legate al pensiero di non essere in grado di svolgere il ruolo di mamma. Anche gli ormoni, come sempre del resto, giocano un ruolo cruciale sull’umore della donna, in particolar modo nel periodo post parto e nelle donne che regolarmente hanno svolto attività sportiva prima di rimanere in dolce attesa.

© www.rockingmama.id/

Sono sempre di più gli appassionati di viaggi naturalistici e fra questi, una grande fetta è rappresentata dagli amanti della vacanza in movimento. E’ dall’unione di queste realtà cui si aggiunge anche quello per la riscoperta di luoghi spesso poco conosciuti che prende il via il progetto “Cammini Francescani in Sicilia”.

Dopo ormai una ventina d’anni di gran fondo, per ritrovare l’entusiasmo ci voleva qualcosa di nuovo: fatte le gran fondo classiche, fatto lo sterrato alla Strade Bianche, abbattuto il muro dei 300 km alla Mallorca 312, mancava solo una gran fondo cittadina … è tempo della Euroeyes Berlin Velothon, una granfondo di massa (11.000 iscritti) con tre percorsi cittadini (60, 120 o 180 km) aperti a tutti, dai cicloamatori professionisti a chi ritira fuori dal garage la graziella

Un percorso MTB in Alta Valtrebbia, lontano dalle mete più classiche, sperduto nella parte ligure della vallata, tra Rovegno ed il rifugio Foppiano da cui parte una discesa eterna.

Se si vuole parlare di cibo ed alimentazione la cosa più semplice è partire da questa similitudine: “Il corpo umano è come una macchina. Senza benzina non va avanti!”

In uno dei primi articoli pubblicati qui abbiamo parlato dell'importanza di una corretta idratazione nel triathlon. Ma come gestirla durante una gara di Triathlon dal punto di vista pratico?

Una delle distanze più classiche del mondo del podismo è la 10km. Spesso è la prima distanza che si affronta quando si passa dalla corsetta saltuaria ad un allenamento più strutturato e costante. In questo articolo daremo alcuni consigli su come affrontare la prima gara o allenarsi per migliorare il tempo sui 10.000mt. Anche se la distanza in un primo momento può sembrare notevole via via che ci si allena si capisce che il problema principale è il ritmo, piuttosto che la distanza.

Pagina 1 di 8

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy