Tre Cime del Bondone: itinerario per trail runners in Trentino Allenamento in piano

Tre Cime del Bondone: itinerario per trail runners in Trentino

L'itinerario delle Tre Cime del Bondone può essere tranquillamente considerato un classico: viene infatti descritto sia nelle guide per il trekking, sia in quelle di scialpinismo. Era quindi d'obbligo menzionarlo e consigliarlo anche agli amanti del trail running. Rappresenta infatti una delle migliori alternative per un veloce allenamento che consenta di entrare in un ambiente naturale incontaminato, vivendo un'esperienza di corsa in montagna unica all'interno della riserva naturale integrale delle Tre Cime del Monte Bondone.

A due passi dalla città di Trento si trova la splendida conca (biotopo/torbiera) delle Viote, un vero e proprio giardino che presenta una ricchezza di flora unica. Ideale in estate per allontanarsi velocemente dal caldo del fondovalle; spettacolare in autunno quando, con cielo terso, si può godere di un panorama eccezionale sul Brenta e sul gruppo del Care Alto da un lato, sul Lagorai, Vigolana e Piccole Dolomiti dall'altro (ovviamente per limitarsi ai gruppi più vicini).

Il percorso descritto tocca tutte e tre le cime; la salita al Doss d'Abramo richiede peraltro il superamento (sia in salita che in discesa) di due brevi tratti attrezzati non difficili ma che richiedono sicurezza di passo e assenza di vertigini (cordini e pioli in acciaio facilitano comunque la progressione). Chi non si sentisse di affrontare questi passaggi potrà facilmente aggirare questa cima sul lato nord dirigendosi direttamente verso Cima Verde (si perderà però l'incredibile paesaggio che caratterizza la Cima del Doss d'Abramo).

Sentiero Tre Cime del BondonePartenza: Giunti alle Viote si individua facilmente il Centro Fondo Viote e l'ampio parcheggio adiacente.

Coordinate GPS del punto di partenza: longitudine: 11.042156, latitudine: 46.020466 

Sviluppo: 11,50 km

Dislivello positivo: 740 m

Difficoltà (CAI-SAT): E - Escursionistico

Cartografia: Kompass n. 647 Trento e dintorni (1:25.000)

Dal Centro Fondo Viote (quota 1570 m.) si può già osservare l'intero percorso con tutte e tre le cime ben evidenti.

Si parte mantenendosi sulla destra per raggiungere velocemente la “Terrazza delle Stelle” con la sua particolare struttura sferica a specchi e si continua in piano costeggiando il bosco con direzione evidente verso il Cornetto fino a raggiungere un crocevia con segnaletica.Salita alle tre cime bondone

Si imbocca il sentiero n. 607 che punta senza tentennamenti al Cornetto.

Il percorso non consente margini di errore visto che si percorre per intero la dorsale denominata “Costa dei Cavai” che sovrasta la Valle del Merlo racchiusa dalle tre cime. Il sentiero alterna un primo tratto ripido, una parte centrale in leggera salita con ampia visuale ed una parte finale nuovamente ripida e rocciosa.

Raggiunta la cima del Cornetto (4,30 km. - 2180 m.) si può anche ammirare la dorsale che lega questa cima al Monte Stivo in direzione sud (itinerario questo descritto sul sito di Trentino Trail Running).

Si ridiscende di quota di qualche decina di metri e si aggira la cima sul lato sud, passando accanto a vecchie costruzioni militari.Tre cime bondone

Ci si dirige quindi alla sella tra il Cornetto ed il Doss d'Abramo scendendo velocemente un ghiaione fino a congiungersi al sentiero n. 636.

Nei pressi della sella si trova una fontana con una fonte di acqua freschissima. In prossimità della balza rocciosa del Doss d'Abramo si trova segnaletica che ci indica la deviazione a sinistra per evitare, percorrendo uno stretto sentiero, il tratto attrezzato che permette di portarsi sul plateau superiore della seconda cima prevista dall'itinerario.

Il percorso da noi consigliato prosegue dunque verso la cima del Doss d'Abramo affrontando alcuni metri di sentiero attrezzato con cordino d'acciaio ed alcuni pioli in acciaio che facilitano la salita. Superato velocemente tale passaggio si raggiunge la sommità piatta di questa cima caratterizzata da una vegetazione di mughi. In breve si giunge così anche alla evidente croce di vetta (5,50 km. - 2140 m.).Discesa tre cime bondone

Si torna brevemente sui propri passi per prendere dopo poche decine di metri il sentiero che sulla sinistra riporta ripidamente alla base della cima (ATTENZIONE: evitate assolutamente di seguire le indicazioni relative alla ferrata Segata – molto pericolosa). Anche in questo caso un cordino di acciaio facilita la discesa.

Raggiunto nuovamente il sentiero si continua verso sinistra, per raggiungere la terza ed ultima cima dell'anello proposto.

Si scende alla sella sottostante incrociando il sentiero da noi consigliato per evitare i tratti attrezzati e si continua sul sentiero n. 636 lungo una panoramica cresta sino alla Cima Verde (6,70 km. - 2103 m.).

Comincia ora la discesa che dopo un primo tratto in campo aperto entra in zona boschiva e diviene a tratti tecnica (specie dopo giornate piovose). Si perde rapidamente quota fino a raggiungere la Valle del Merlo.

In piano si perviene ad un primo crocevia, si continua a percorrere il sentiero n. 636 che si allarga divenendo una stradina che sfocia su strada bianca contraddistinta dal n. 630B. Si gira a sinistra e si percorre tale strada forestale per poche centinaia di metri.

Ultima delle Tre cime bondone

Si prende quindi un sentiero a sinistra (9,80 km. - 1524 m.) con segnaletica in legno che ci riporta vicino all'incrocio incontrato all'inizio del nostro giro intersecando una larga strada forestale. Si gira quindi a destra e si percorre tale forestale sino a raggiungere la strada provinciale che proviene da Aldeno – Garniga.

Pochi metri su strada asfaltata e si arriva al Centro Fondo Viote (11,50 km. - 1570 m.)

Note utili: Come evidenziato nella descrizione dell'itinerario tra la cima del Cornetto ed il Doss d'Abramo si trova una fonte d'acqua. Al Centro Fondo Viote si trova struttura in legno con bar/ristorante; poco lontano (al di là della strada provinciale) si trova invece il rifugio Viote con Giardino Botanico Alpino.

Autore

Herbert Lorenzoni Smit

Appassionato di outdoor da sempre ha trovato nel trail running il modo ideale di coniugare la passione per la corsa all'amore viscerale per la montagna.
Con gli amici Alberto, Franco e Luca gestisce da anni il sito Trentino Trail Running dove vengono proposti numerosi itinerari di corsa in ambiente naturale montano.
Sito web: www.trentinotrailrunning.it

Social Network

Lascia un commento

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy