Tour del lago di Iseo in bici Ciclopedonale Toline-Vello

La Lombardia è una regione costellata di laghi. Senza considerare quelli alpini, i laghi lombardi occupano buona parte del territorio e sono tra i più conosciuti di tutta la nostra penisola. Uno fra questi è il lago di Iseo che, dall'anno scorso, è balzato all'onore delle cronache per la presenza della pittoresca passerella sull'acqua dell'architetto Christo.

Il tour del lago di Iseo in bicicletta è lungo solo 65 km e non presenta particolari difficoltà tecniche, consiglio solo di prestare attenzione al passaggio nel tunnel sulla sponda occidentale, in particolar modo durante i fine settimana estivi quando il lago viene visitato da turisti.passerella lago d iseo sarnico

Cosa non dimenticare a casa

  • Macchina fotografica: la strada del Bogn di Zorzino, il lungolago di Sale Marasino, la ciclopedonale Vello-Toline sono luoghi suggestivi e prima di tornare a casa vale la pena scattare qualche fotografia ricordo del giro;
  • Bandana o sciarpa in base alla stagione: per proteggersi dal freddo e dal sole estivo;
  • luci posteriori e frontali per affrontare le due gallerie.

ciclabile tavernolaTour del lago di Iseo

Il tour del lago di Iseo può iniziare in diverse località ma le più comode da raggiungere provenendo da Milano, Bergamo o Brescia sono Sarnico o Iseo anche per la disponibilità di parcheggi.
Dal lungolago di Sarnico seguiamo l'acqua sulla sinistra passando sopra la suggestiva passerella. In poche pedalate raggiungiamo la SS469, la strada costiera che ci accompagnerà per lungo tempo. Consiglio di pedalarae in senso orario il giro poiché si resta più vicini al lago avendo migliori panorami su di esso.
Si pedala senza mai lasciare il lago di Iseo oltrepassando Predore, che vanta alcuni resti del suo passato di borgo medievale forticato e la chiesetta di San Giorgio. A ridosso della strada, a tratti costeggiata da una pista ciclabile discontinua, si nota una curiosa specie di pianta acquatica che attira l'attenzione.tavernola bergamasca

Prima di Gallinarga, frazione del comune di Tavernola bergamasca, bisogna affrontare una galleria, che si può quasi totalmente evitare in mountain bike entrando nella pista ciclabile tra il tunnel e il lago. Questo breve tratto ciclabile è stato chiuso in seguito ad una frana e se deciderete di percorrerlo dovrete farlo con la massima attenzione. La ciclabile regala scorci unici su Montisola, l'isola lacustre più alta di tutti i laghi europei. Il rientro sulla strada principale è in galleria, a circa 30 metri dal termine della stessa. Tavernola, uno degli imbarchi principali per Montisola, si supera velocemente. Prestate attenzione alla seconda galleria che, anche in MTB, non è purtroppo evitabile. Si pedala oltre il cementificio, ormai obsoleto anche se attivo, e si procede verso Riva di Solto. Una dolce salita conduce a Zu, frazione di Riva dove ammirare una piccola cascata. Riva di Solto, adagiata sul lago di Iseo, è il luogo ideale per una sosta caffè, magari proprio all'aperto sedendosi ad uno dei tavolini de Il caffè del porto fuori dalla strada principale.strada del bogn di zorzino

Oltre il borgo inizia, a mio parere, uno dei tratti tra i più suggestivi dell'intero tour. In mountain bike seguite il lungolago pedalando a ridosso della spiaggia e poi nello scenario del Bogn di Zorzino. Questa insenatura del lago è un luogo ameno dove vale la pena scattare qualche fotografia. Se sei in bici da corsa dovrai passare nella breve galleria.
La tortuosa strada che collega Riva a Lovere è un piccolo paradiso e nei giorni meno trafficati, evitate i sabati e le domeniche estive se potete, la sua percorrenza è indimenticabile. Lungolago si giunge presto a Castro e poi a Lovere, uno dei borghi più belli d'Italia.
Nella vicino Costa Volpino chi viaggia in MTB può lasciare la strada per seguire il tratto ciclabile, in parte asfaltato e in parte sterrato, che si imbocca a fianco dell'area sosta camper.
Il percorso è divertente e ci conduce al fiume Oglio, dove inizia la provincia di Brescia con Pisogne.pisogne centro storico
Recentemente a Pisogne stanno proseguendo i lavori di collegamento tra la ciclovia della Valle Camonica e la ciclopedonale Vello – Toline che si percorre in questo giro.
Dal centro storico di Pisogne, dominato dalla torre del Vescovo del XII secolo, si continua lungolago fino all'inizio della ciclopedonale Vello – Toline che ripercorre la vecchia strada sotto la vetta del Trentapassi. Piccole gallerie, aree sosta e tratti nella roccia si alternano a panorami strabilianti sul lago e i paesi della costa occidentale, quella bergamasca.
La ciclopedonale termina a poche pedalate da Marone. La costa bresciana è un susseguirsi di borghi piacevoli, di tratti ciclabili alternati a strada promiscua, di scorci inaspettati sull'isoletta di Loreto e su Montisola. Iseo, che si raggiunge su pista ciclabile, è uno dei centri principali del lago di Iseo con il suo castello Oldofredi, e merita una sosta.itinerario ciclabile 1 franciacorta
Dal paese si segue il percorso della Franciacorta numero uno (o itinerario giallo) che regala qualche colpo d'occhio sulle Torbiere del lago, un'area umida di interesse naturalistico.
Clusane, famoso per la tinca al forno, precede Paratico che, raggiunto su ciclabile, è l'ultimo paese della sponda bresciana. Attraversato il ponte sull'Oglio che esce il lago di Iseo si torna a Sarnico, punto di partenza del tour del lago.

Puoi scaricare qui la traccia gps del tour del lago di Iseo in bici.

Autore

Veronica Rizzoli

Viaggiatrice di lunga data, cicloturista per necessità coniugali, gestisce da anni uno tra i siti di riferimento in Italia per viaggiatori a due ruote e mountain bikers. Autrice di "Cicloturismo per Tutti", sogna di girare il mondo in sella alla sua bici e nel frattempo fa di tutto per far sì che quel sogno si avveri.

Sito web: www.lifeintravel.it

Lascia un commento

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us