Pagina 1 di 3

Il periodo post parto nella vita di una donna è ricco di numerosi cambiamenti: fisici, del normale ciclo sonno-veglia e di tutto ciò che concerne il prendersi cura del neonato per la prima volta nel modo migliore. Sono tante le responsabilità, le ansie e le paure che la neo mamma si trova ad affrontare. Molte di queste sono fondate, altre invece sono soltanto legate al pensiero di non essere in grado di svolgere il ruolo di mamma. Anche gli ormoni, come sempre del resto, giocano un ruolo cruciale sull’umore della donna, in particolar modo nel periodo post parto e nelle donne che regolarmente hanno svolto attività sportiva prima di rimanere in dolce attesa.

© www.rockingmama.id/

Una delle distanze più classiche del mondo del podismo è la 10km. Spesso è la prima distanza che si affronta quando si passa dalla corsetta saltuaria ad un allenamento più strutturato e costante. In questo articolo daremo alcuni consigli su come affrontare la prima gara o allenarsi per migliorare il tempo sui 10.000mt. Anche se la distanza in un primo momento può sembrare notevole via via che ci si allena si capisce che il problema principale è il ritmo, piuttosto che la distanza.

A volte le tradizioni che ci sono state trasferite dalle nostre nonne possono diventare scienza. Così, quando la nonna ci dice che fa male arrostire la carne ha ragione o no? Alcune tesi sostengono che questa prassi produca effetti cancerogeni, o comunque pericolosi. Di recente però è stato dimostrato che il rosmarino possa essere un ottimo alleato per permetterci di continuare a mangiare una buona grigliata senza rischiare di ingerire carne alla griglia cancerogena.

Durante quest'ultimo anno abbiamo parlato di triathlon, uno sport relativamente giovane in Italia, ma che in questi ultimi anni vede un incremento costante nei praticanti e nella “filosofia”. Parallelamente a questa crescita, è evidente il ritardo dei media tradizionali come riviste di settore, TV e radio (a parte qualche rarissima eccezione), nella comunicazione e nella diffusione di linee guida corrette per quel che riguarda il modo giusto di allenarsi.

Siamo praticamente al termine di questo ennesimo inverno anomalo caratterizzato da copiose nevicate nel centro-sud della penisola e decisamente avaro di precipitazioni nella parte più a nord. Chi non lo ha già fatto sta cercando le giuste motivazioni per rispolverare le scarpette e rimettersi a correre.

Allenamento, allenamento, allenamento. Detta così suona un po’ male ma se si scrivesse divertimento, divertimento, divertimento, le cose cambierebbero.
L’inverno volge al termine e la cosiddetta stagione è alle porte. Vediamo come prepararci ad accoglierla.

E' in arrivo, non ci sono più scuse. Finalmente la primavera non è più un miraggio. Le giornate si allungano e il buio dell’inverno è ormai alle spalle. E’ possibile così programmare uscite impegnative, macinare chilometri e allenarsi per la stagione calda che verrà.

Il Triathlon è uno sport di resistenza e per questo chi lo pratica è soggetto più di altri al famoso stress ossidativo, quella condizione patologica che si instaura quando viene a mancare l’equilibrio fisiologico fra produzione ed eliminazione di specie chimiche ossidanti... per contrastare questo nemico c'è un alleato: il succo di aronia e agrumi.

Fra i vari percorsi a disposizione dei runners nell’area Iblea, uno dei luoghi più suggestivi per correre è senz’altro il tracciato ricavato presso la Riserva Naturale Speciale Biologica “Macchia Foresta del fiume Irminio”.

Due mesi fa, in un clima decisamente estivo, vi avevo scritto dalle pendici di Corvara, un piccolo borgo abbarbicato sulle pendici del monte Aquileio (672 m. s.l.m.), in prossimità di Forca di Penne, in Abruzzo.

Pensare di bere una sorsata d'acqua durante un'uscita di corsa a metà gennaio potrebbe far correre un brivido lungo la schiena a qualcuno, eppure il tema dell'idratazione durante gli allenamenti invernali di trail running non è cosa da prendere sottogamba!

Il  territorio  ibleo  è  estremamente  eterogeneo  dal  punto  di  vista  della  tipologia  dei   percorsi  per  chi  pratica  il  running.  Questa  settimana  analizziamo  quello  che  è   localmente  conosciuto  come  la  “salita  da  mista”,  su  sfondo  asfaltato,  molto   gettonato  per  le  sue  caratteristiche  tecniche.

Pagina 1 di 3

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy