Pagina 1 di 8

Ne sen&amo parlare spesso, ma in particolar modo il periodo estivo richiama a più riprese la raccomandazione ad un corretto apporto d’acqua con l’obiettivo di riequilibrare le perdite giornaliere di liquidi e sali minerali

L’itinerario mountain bike di lunga percorrenza conosciuto con il nome di Dolomiti Brenta Bike si sviluppa esclusivamente in Trentino, intorno al gruppo dolomitico del Brenta, dal quale prende il nome. Con i suoi 177 km e 7700 m di dislivello (versione expert), o i 136 km e 4600 m di dislivello (versione country), il Dolomiti Brenta Bike è un percorso adatto ai più allenati ma anche a chi ha voglia di scoprire le Dolomiti da un altro punto di vista, in tutta calma, appoggiandosi ai rifugi e alle strutture lungo il tracciato.

Con i suoi 300 giorni di sole all’anno la Riviera dei Fiori rappresenta un vero paradiso per i ciclisti, italiani e non. L’ho constatato di persona recentemente quando mi sono trovato a soggiornare a pochi chilometri da Sanremo, in un luogo dedicato alla bici che offre tanti servizi per tutti coloro che vogliono allenarsi e/o pedalare in tranquillità immersi in un paesaggio da favola: Santo Stefano al Mare (Imperia) paesino che si trova sulla meravigliosa pista ciclo pedonale del Ponente Ligure (con i suoi 24 km da San Lorenzo al Mare ad Ospedaletti), oppure di scegliere uno dei numerosi itinerari dedicati a tutti gli amanti delle due ruote, incluse le magiche strade della Milano-Sanremo.

Rimini, oltre che per il turismo estivo, negli ultimi tempi è sempre più gettonata per il crescente numero di eventi, fiere e conferenze che ospita, grazie soprattutto al centro Rimini Fiere ed al Palacongressi. Ma partecipare ad un evento può essere anche una scusa per scoprire qualche percorso running a Rimini e dintorni...

L’allenamento indoor, al contrario di quello che si possa pensare, è un vero e proprio must nei programmi di allenamento di chi vuole migliorare il proprio rendimento in bici oppure effettuare dei lavori specifici (che in strada non possono essere replicati per via di condizioni non riproducibili), con l’obiettivo di tenere sempre alta l’asticella dello stato di forma in qualsiasi periodo dell’anno e, soprattutto, senza rinunciare alle uscite in bicicletta.

L’esercizio fisico e la perdita di peso vanno spesso di pari passo. Non sono poche le persone che proprio con l’intenzione di perdere peso, si avvicinano al mondo dello sport. Qualsiasi sport si pratichi, è importante che la dieta segua regole ben precise altrimenti il risultato può essere controproducente, allontanando l’obiettivo anziché avvicinarlo.

Stavo per iniziare la salita all’Izoard, consapevole che sarebbe stata una salita di quelle che hanno fatto la storia, per cui decisi che il caldo che stavo sentendo dopo circa 110Km non era più sopportabile. Ero all’Etape du Tour 2017 e dopo aver superato il Col de Joux Plan dovevo scalare ancora il mito. Entrato all’ultimo ristoro per ripartire carico di carboidrati e liquidi, feci uno dei più grossi errori che mi porterò nel mio personalissimo bagaglio di esperienza.

Il nostro giro, in una assolata giornata di aprile, parte da Palermo in direzione Monreale, nostra prima tappa e meta obbligata per chiunque trascorra qualche giorno nel capoluogo siciliano.

Grande cruccio degli amatori è quello del come alimentarsi, cercando tra forum, libri e consigli di nutrizionisti, il sacro Graal. Carboidrati si o no, quanti, quali. 3 etti di pasta o un pugno di riso. Consigli di luminari che poi in pratica non si capisce come tradurre nella sostanza.

Se si ha la fortuna di non vivere molto distante dal mare ed in una regione temperata come quella siciliana, si possono alternare allenamenti svolti sull’asfalto o in pista, ad altri decisamente più piacevoli e affascinanti lungo percorsi alternativi, ma non meno allenanti.

Il Trentino è percorso da migliaia di chilometri di sentieri, strade forestali e tracciati che permettono di conoscere gli angoli più remoti e meno battuti dal turismo di massa. Uno tra i grandi itinerari MTB di più giorni del quale voglio parlarti è il Dolomiti Lagorai Bike che si sviluppa per decine di chilometriche nel Trentino più orientale, tra i picchi dolomitici e la catena del Lagorai.

E’ il 16 agosto 2017, ci sono quasi 40 gradi. Abbiamo percorso un totale di 362 km e più di 3000 metri di dislivello in appena due giorni, intensi e divertenti, dove la fatica è diventata piacevole grazie alle persone incontrate lungo la strada.

Il cicloalpinismo, ovvero quando si affrontano sentieri di montagna così ripidi da dover essere scalati con la bici in spalla, non è un’esclusiva riservata alle sommità alpine ma si può fare anche con le più maestose vette dell’ Appennino. Il Monte Cimone, che con i suoi 2.165mt è la più alta cima dell’ Appennino centro-settentrionale, è a buon titolo una di queste.

Mi rendo conto che questo non è il pulpito giusto da cui dirlo e che noi stessi abbiamo la coscienza un po' sporca, ma qualcuno deve pur dirlo: attenti ai social!

Una nuova stagione di sport all’aria aperta è alle porte. Tutti gli appassionati dell’outdoor si stanno preparando per vivere la bellezza di praticare la propria disciplina preferita, chi per tenersi in forma chi per sana competizione. E allora perché non iniziare con il “piede giusto”?

L'allenamento per MTB inizia, in maniera anche piuttosto banale, dalla cura delle proprie gambe. Il potenziamento muscolare delle gambe è fondamentale in fase di preparazione e va svolto anche tramite uno specifico allenamento aerobico

Pagina 1 di 8

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy