HCA: rosmarino alleato per contrastarli nella carne alla griglia Rosmarino www.smarthealthadvice.com

HCA: rosmarino alleato per contrastarli nella carne alla griglia

A volte le tradizioni che ci sono state trasferite dalle nostre nonne possono diventare scienza. Così, quando la nonna ci dice che fa male arrostire la carne ha ragione o no? Alcune tesi sostengono che questa prassi produca effetti cancerogeni, o comunque pericolosi. Di recente però è stato dimostrato che il rosmarino possa essere un ottimo alleato per permetterci di continuare a mangiare una buona grigliata senza rischiare di ingerire carne alla griglia cancerogena.

HCA, nemico del DNA

Un team di scienziati guidati dal Dr. Deliang Tang (uno dei più eminenti ricercatori oncologici) della Columbia University di New York City ha studiato da vicino gli effetti della cottura della carne alla griglia. E' noto da tempo che la carne rossa cotta a lungo a temperature molto elevate, produca composti chimici chiamati ammine eterocicliche o HCA.

Ingeriti, essi penetrano nelle nostre cellule fissandosi al DNA. Nel laboratorio del Dr. Tang, che si occupa in particolare del cancro alla prostata, ogni campione di tessuto viene trattato con un anticorpo, che ha il ruolo di individuare il punto esatto in cui l'HCA colpisce il DNA. Se il tessuto prostatico diventa marrone è la prova della presenza dell'HCA. Ma l'HCA ha effetti drammatici sul nostro materiale genetico. Quando arriva al nostro DNA, lo danneggia. Se il danno avviene quando la divisione cellulare è regolata, potrebbe causare una mutazione che trasforma una cellula sana in una cancerosa. “E se il danno al DNA non viene riparato - sottolinea il Dr. Tang - causerà una mutazione con ulteriore danni nel processo di carcinogenesi”. Per i casi presi in esame il risultato finale è stato il cancro alla prostata, e il DNA presentava sempre gravi danni.

Associando tali danni alla dieta dei pazienti, il Dr. Tang arrivò a una scoperta importante: “In base al nostro studio, il livello di danni al DNA è strettamente correlato al consumo di carne rossa cotta alla griglia.”

La carne cotta troppo provoca il cancro

Vale a dire: troppa carne grigliata = più danni al DNA. Lo studio approfondito del DNA, ha portato il Dr. Tang e altri ricercatori a ritenere che da anni ci si espone al rischio di ammalarsi di cancro alla prostata, allo stomaco, al colon retto, al seno, cuocendo la carne troppo a lungo e a temperature troppo elevate.

carne alla griglia© vivimilano.corriere.it

MA ASPETTATE A BUTTAR VIA IL BARBEQUE!

Il modo in cui cuociamo la carne rossa è potenzialmente pericoloso, ma chi rinuncia a una bistecca o un hamburger ben grigliato? Durante la grigliatura, l'intenso calore genera aminoacidi e zuccheri, che combinandosi generano radicali liberi, precursori dell'HCA.

Usare il rosmarino o le erbe aromatiche per ridurre il rischio

Il rosmarino e altre erbe aromatiche contengono composti antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi, quindi meno radicali liberi = meno HCA.

Il rosmarino da solo o in associazione ad altri condimenti aromatici, è uno straordinario antiossidante che se viene utilizzato per marinare la carne prima di cuocerla, contribuisce significativamente a diminuire i livelli di HCA e di conseguenza anche il rischio di mangiare carne alla griglia cancerogena.

Gli ultimi studi in merito infatti, indicano che la marinata di erbe aromatiche riduce HCA del 72%, il rosmarino dell'84% e la marinata dei Caraibi dell’88%.

Buone grigliate! ;-)

grigliata con rosmarino© www.nonnapaperina.it

Referenze

Autore

Giacomo Petruccelli

Laureato in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l'Università degli Studi di Camerino (Macerata) e Ph.D. in "Biochimica, Fisiologia e Patologia del Muscolo", oggi Giacomo coniuga la sua passione per il Triathlon ed il Trail Run con le sue competenze nel settore del Social Media Marketing e del farmaco. Ha collaborato in passato con la redazione web della "Società Italiana di Farmacia Ospedaliera".

Autore di diverse pubblicazioni impattate su riviste scientifiche nazionali ed internazionali, è un ex-obeso, ed è riuscito a dimagrire 55 kg grazie ad una grande forza di volontà ed abnegazione, nonché un amore grande per lo sport.

Sito web: www.triathlontime.com

Lascia un commento

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy