6 segni che ci indicano disidratazione Idratazione donne in bici

6 segni che ci indicano disidratazione

La cosa assolutamente più importare da portare sempre quando si esce in bici è una borraccia piena d’acqua che vi possa dissetare durante tutta la pedalata, perché se si accusa una sensazione di malessere potrebbe essere sintomo di disidratazione.

 
La disidratazione è un problema serio e spesso sottovalutato sia dagli atleti sia da coloro che praticano attività fisica regolare o intensa. Circa 2 litri d’acqua è la quantità giornaliera raccomandata per un adulto. Questa dose dovrebbe essere aumentata durante il periodi di allenamento ma ancora di più durante i giorni del ciclo quando la temperatura interna aumenta.
Ma come controllare i livelli di idratazione quando si è in bicicletta?
Anche se sta arrivando l’autunno, il sole è ancora caldo e il clima umido ed è inoltre importante ricordare che si suda ugualmente anche quando la temperatura è più fresca.
Cosa succede, quindi, quando non reintegriamo in modo corretto la nostra riserva d’acqua?
outback australia

Cos’è la disidratazione?

Il corpo umano è composto da circa 2/3 d’acqua, e i liquidi svolgono un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento del nostro corpo come per esempio: aiuta la lubrificazione degli occhi e delle articolazioni, contribuisce a un sano sistema digestivo e quando l'acqua corporea diminuisce, viene alterato l'equilibrio di sale nel corpo che ostacola le nostre prestazioni.
Quando i livello d’acqua del corpo scende del 1 o 2 per cento, si inizia a percepire la sensazione di sete perché il nostro corpo ci richiede di rifornire il fluido perduto. Perdere liquidi oltre questa percentuale può portare a una serie di sintomi che, se non colti in tempo, possono causare una serie di problemi gravi per la salute i quali necessitano l’intervento di un medico.
Essere assetati è uno dei più evidenti segni di disidratazione, ma vi sono altri piccoli campanelli d'allarme che dobbiamo riconoscere prima che il nostro corpo inizi a soffrire durante l'allenamento.

Aumento della frequenza cardiaca

Sappiamo bene che durante un duro allenamento la frequenza cardiaca è più elevata, ma se si nota un aumento di 20-30 battiti al minuto, potrebbe essere il segnale che ci indica un principio di disidratazione in corso. In questo caso il cuore proverà a compensare il volume ridotto di sangue nel nostro corpo, battendo più velocemente in modo da immagazzinare ossigeno e velocizzare la circolazione sanguigna.
idratazione donne in bici martinello

Perdita di lucidità e vertigini

La sensazione di stordimento che si prova quando ci si alza troppo in fretta si chiama ipotensione ortostatica e si verifica quando la pressione sanguigna cala bruscamente e non arriva abbastanza sangue al cervello. Quindi, se siete in palestra o in bici e, a un cambiamento delle posizioni, accade questo, potrebbe essere il momento di prendere una pausa di pochi minuti per dissetarvi.

Elesticità della pelle

Hai mai provato a tirare la pelle della mano o del collo guardandoti allo specchio e notato che ha perso tono ed elasticità? Si capisce che il turgore della cute è diminuito quando la pelle sul dorso della mano non ritorna indietro velocemente dopo essere stato pizzicata. Questo è decisamente un segno chiave di disidratazione.
Quando la pelle è ben idratata, invece, prova a pizzicare la parte superiore della mano per un paio di secondi per farti un’idea dell’elasticità normale e poterti basare per delle prove future.

Urine concentrate

Più forte è il colore e l'odore delle urine, più è necessario reintegrare i liquidi nel nostro corpo.
Una delle prime regole è assicurarsi di bere e andare in bagno regolarmente. Non appena il livello di disidratazione aumenta, la produzione di urina diminuisce drasticamente e quindi non espelliamo le tossine prodotte durante l’intensa attività fisica. Questo può causare conseguenze gravi per la salute di tutto il corpo.
Se il corpo viene trascurato per lunghi periodi di tempo, si possono formare dei cristalli nei reni che alla fine si trasformano in piccoli calcoli fastidiosi e dolorosi e avrai quindi bisogno di cure mediche.

Mal di testa

Il nostro cervello è racchiuso all'interno di una sacca di liquidi, che lo proteggono come un casco interno in caso di urti al cranio. Se questa sacca acquosa si svuota, il cervello tenderà a spingere verso l'alto contro la scatola cranica, causando una pressione dolorosa.
Bere liquidi è essenziale per mantenere ottimale la salute del corpo in modo che possa funzionare al meglio.
rapha womens 100 italy

Alito cattivo

La saliva è pieno di enzimi utili che aiutano la digestione durante il processo di masticazione del cibo. La saliva contiene anche molte proprietà antibatteriche, ma quando sei disidratato, è difficile produrla.
Il livello ridotto di saliva permette ai batteri di proliferare sui denti e in tutto il cavo orale. Questo può contribuire enormemente ad avere un alito cattivo.
Una regola fondamentale che dovremmo tutti seguire è quella di consumare circa 2 litri di acqua al giorno, aumentando la dose durante gli allenamenti. Se si nota uno dei segnali che indicano disidratazione, fai una pausa e bevi dell’acqua per riempire la tua riserva idrica.
Caffè, alimenti che contengono molto sale e alcol possono disidratare il corpo più velocemente!

Autore

Elena Martinello

Sono Elena Martinello di Vicenza e sono arrivata ad un punto della mia vita in cui faccio ciò che amo. Vado in bicicletta... Scrivo, racconto e condivido il mondo del ciclismo femminile, anche su bicilive.it trasmettendo alle donne la voglia di avvicinarsi a questo. Fotografa, social media expert e viaggiatrice, sempre alla ricerca di emozioni che arricchiscono il mio modo di vedere le cose.

Sito web: www.elenamartinello.com

Lascia un commento

Prodotti Mg.Kvis

Chi Siamo

Raccontiamo storie di persone, luoghi, sport e fatica.

Traduciamo in parole le emozioni delle nostre esperienze all'aria aperta.

Viviamo e condividiamo la nostra passione.

Scopri di più

Like us

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy